Storia di una capitale da mettere in tasca

E’ un piccolo gioiellino, da mettere in tasca per…millelire. Già:


era ancora il 1999 delle lire, quando la Casa editrice Battei ebbe la bella idea di pubblicare una storia di Parma in miniatura. 31 paginette formato portafoglio: una Storia davvero tascabile eppure con la S maiuscola perchè firmata da uno studioso stimato quanto appassionato di Parma come Gustavo Marchesi. Duemiladuecento anni in un soffio: un racconto da centellinare e magari approfondire su altri testi più ponderosi, ma intanto adattissimo per colmare lacune e stimolare curiosità.


Gustavo Marchesi ci ha lasciato da poco, e l’idea di avere anche online questa ormai forse dimenticata storia mignon era già uscita ai tempi della Gazzetta web, trovando già allora la disponibilità e la cortesia dell’editore Antonio Battei. Ne abbiamo riparlato in questi giorni, come omaggio a Marchesi e alla Storia tascabile della casa editrice parmigiana, e magari come spunto per altre incursioni nella fondamentale produzione culturale della Battei (si pensi anche solo ai poeti del nostro dialetto).

E’ dunque con questo spirito che Parmateca ve la ri-propone, nella speranza che instradi tanti lettori alla scoperta di una storia della nostra terra che spesso non conosciamo, e per spingerci – ora che speriamo presto di poter confinare la pandemia che ci ha tolto più di un anno – a coltivare sempre più lo studio della nostra immensa e affascinante Cultura.

Leggi Parma – Storia di una capitale (di Gustavo Marchesi – Edizioni Battei, collana Millelire, 1999) : sfogliala utilizzando i comandi nella parte bassa del pdf qui sotto (consigliabile da tablet o anche da smartphone):

Parma-Storia-di-una-capitale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *